BLEFAROPLASTICA NON CHIRURGICA

BIORISTRUTTURAZIONE NON INVASIVA DEL VOLTO METODICA BRF

Si basa sull’azione combinata di tre apparecchiature elettromedicali: PLEXR, OFF e NEEDLE SHAPING.

Il PLEXR, permette in molti casi di evitare l’intervento chirurgico e la relativa apposizione di punti di sutura.

Non ci si espone così alle possibili complicanze post chirurgiche quali possono essere le asimmetrie tra i due occhi, le disfunzioni lacrimali, la difficoltà di chiusura palpebrale (lagoftalmo), i difetti di cicatrizzazione, i cosiddetti “occhi a palla”, l’abbassamento del sopracciglio, “aspetto triste”. Si può senz’altro affermare che il PLEXR armonizzi il viso senza sconvolgerne l’espressione.

Naturalmente, indipendentemente da un eventuale trattamento, sarebbe buona regola curare la salute della propria pelle evitando errati stili di vita, cattive abitudini alimentari, insufficiente idratazione, eccessiva esposizione ai raggi UV, fumo etc., tutte condizioni che portano ad un invecchiamento precoce della cute.

Come funziona.
L’aria interposta tra il piccolissimo terminale dello strumento e la cute viene ionizzata, si crea così un minuscolo “micro fulmine” che, a sua volta, provoca la sublimazione (passaggio immediato dallo stato solido a quello vapore) dello strato superficiale della cute, lo strato corneo.

Non penetrando in profondità, non lede i tessuti circostanti e non provoca esiti cicatriziali.

La porzione di tessuto trattata subirà un effetto “accorciamento” che potrà essere subito apprezzabile.

Il trattamento.
Si applica una crema anestetica circa 30 minuti prima di iniziare il trattamento che consiste nell’inserire una serie di piccoli spots a livello del tessuto palpebrale. Questi spot provocano l’immediata sublimazione dello strato superficiale della cute, lo strato corneo, senza penetrare in profondità e senza provocare sanguinamento. Il risultato, come si è detto, sarà l’accorciamento della parte trattata. Possono essere necessarie da due a quattro sedute, distanziate di 28 giorni; questo è il normale periodo di rigenerazione della cute trattata.

Come comportarsi dopo.
Il paziente deve sapere che può manifestarsi gonfiore, della durata di pochi giorni. Sicuramente si formeranno piccole crosticine che non andranno assolutamente toccate e che cadranno nel giro di una settimana, lasciando il posto ad un lieve arrossamento della pelle, di durata variabile da persona a persona. Subito dopo il termine della seduta va applicato un fondotinta, che avrà la funzione di proteggere dai raggi UV. L’applicazione andrà continuata anche dopo la caduta delle crosticine, per tutto il periodo di durata del lieve arrossamento, cosi da evitare pigmentazioni anomale.

Per evitare di asportare le stesse crosticine prima del tempo e’ necessario lavarsi con acqua e sapone di Marsiglia, tamponando solamente, senza strofinare.

Altre indicazioni del Plexr.
Riduzione delle rughe (“zampe di gallina” dell’angolo esterno dell’occhio e “codice a barre” del labbro superiore), asportazione degli xantelasmi (antiestetici accumuli di tessuto adiposo a livello della cute palpebrale), asportazione di macchie cutanee e cisti cutanee di piccole dimensioni. Spesso, in associazione al Needle shaping, permette di ridurre l’entropion della palpebra inferiore e la ptosi della palpebra superiore.

L’O.F.F. (ONDE DI FLUSSO FRAZIONATO) utilizza un’onda a frequenza di 1230 kHz che genera una corrente superficiale a bassissima intensità che non penetra nel derma cutaneo. In questo modo si possono trattare piccole patologie vascolari quali angiomi e teleangectasie. Dal momento che consente di eseguire anche delle microlipoplastiche, risulta particolarmente utile, associato all’azione del PLEXR e del NEEDLE SHAPING, nel trattamento non chirurgico della palpebra inferiore.

NEEDLE SHAPING.
Letteralmente “rimodellamento con l’ago”. Permette l’aumento di volume di labbra, zigomi, depressioni cicatriziali. Esercitando anche un’azione di trazione ottiene un effetto lifting, per cui può essere indicato in caso di rughe o qualora si voglia ottenere il sollevamento del sopracciglio.

Questa duplice azione, aumento di volume ed effetto lifting, evita l’utilizzo di pratiche chirurgiche o di sostanze quali filler e tossina botulinica.

Non vengono quindi iniettate sostanze di alcun genere.

Come funziona.
La seduta dura 30/40 minuti ed e’ indolore. Possono essere necessari 2/3/4 trattamenti a distanza di un mese uno dall’altro in funzione del tipo, dell’estensione e della profondità dell’inestetismo.

Sottilissimi aghi (simili a quelli da agopuntura, decisamente più piccoli di quelli da filler), di varia lunghezza, vengono inseriti nella cute.

A questi aghi è poi applicata una corrente a bassissima intensità, non percepita dal paziente, di ampiezza e frequenza variabili.

Tale corrente attira e blocca sulla punta dell’ago le fibre collagene e le fibre elastiche del derma cutaneo.

Imprimendo poi piccolissimi movimenti rotatori all’ago stesso, si spostano le fibre nella zona desiderata ottenendo cosi l’effetto riempimento e, se necessario, di trazione.

Il risultato sarà immediatamente percepibile, migliorerà nei giorni successivi ed il paziente potrà subito riprendere le proprie occupazioni.

L’azione variamente combinata di PLEXR, O.F.F. e NEEDLE SHAPING consente quindi, non solo la BLEFAROPLASTICA NON CHIRURGICA, ma anche l’ARMONIZZAZIONE del VISO, senza sconvolgerne l’espressione.

blefaroplastica non chirurgica
blefaroplastica non chirurgica

 

Attività chirurgiche del dott. Paolo Del Bo:

Blefaroplastica non chirurgica

Chirurgia della Cornea

Chirurgia del Glaucoma

Chirurgia Refrattiva

Chirurgia del Distacco della Retina

Chirurgia dello Strabismo

Chirurgia della Cataratta

Chirurgia delle vie Lacrimali